PEDODONZIA

La pedodonzia, chiamata anche odontoiatria pediatrica, è una disciplina che previene e cura le patologie odontostomatologiche dei giovani e giovanissimi pazienti, nella fascia di età che va dai 2 ai 16 anni. In questi momenti, l’igienista dentale o l’odontoiatra esperto in pedodonzia prestano particolare attenzione alla prevenzione delle lesioni cariose. 

Per ottenere la collaborazione dei pazienti più piccoli, è molto importante porre attenzione al modo in cui si dialoga con loro, per far sì che i bambini non sviluppino paure nei confronti dell’odontoiatra o – nell’eventualità in cui le abbiano già sviluppate – possano superarle con facilità.
Una corretta igiene orale, unita ad abitudini alimentari salutari, permette di salvaguardare la salute dei denti dei piccoli pazienti, a partire dai denti da latte sino ad arrivare alla dentizione definitiva. A questo proposito, il dentista dovrà fornire al bambino e ai genitori le informazioni relative alle regole di prevenzione e rimozione della placca batterica e al corretto uso dello spazzolino, verificando nel tempo, tramite periodiche sedute di controllo, lo stato di salute di denti e gengive. 

Il ruolo che riveste la prevenzione nel campo dell’ortodonzia pediatrica è fondamentale. Un esame relativo alle funzioni masticatorie e all’occlusione nel bambino consente – già in presenza dei soli denti da latte – di evidenziare eventuali disallineamenti dentali o anomalie scheletriche (mascellari e mandibolari). Queste alterazioni, se rilevate durante il periodo di crescita, possono essere corrette mediante l’utilizzo di apparecchi ortodontici, evitando lunghi trattamenti ortodontici in età adolescenziale o adulta e il ricorso a eventuali estrazioni o alla chirurgia ortognatica.